La vita in gioco

GUARDA  TUTTA LA TRASMISSIONE 

GUARDA SOLO L’INTERVENTO DEL PROF. CANTELMI

Annunci

Un pensiero su “La vita in gioco

  1. il giocatore -quello complsusivo – non ha memoria forse è questa la chiave

    mi spiego : se facesse la sommatoria delle somme perse e delle somme vinte anche in un breve periodo

    capirebbe che il gioco è una truffa legalizzata dallo stato per derubarlo tassandolo in modo insopportabile. nessuno pagherebbe una tassa o una imposta sull’aria magari lo stesso giocatore odia pagarele tasse , molti giocatori sono evasori fiscali con basso livello culturale , ma non si rendon conto che il gioco è una tassa sui sogni con aliquota vicina a 1.
    una volta erano le mafie a gestireil gioco dazzardo ora lo fanno con un accodo di spartizione con lo stato -basta vedereil caso Fini -Corallo. legalizzandolo lo stato ha aumentato gli introiti , dato la giustificazione sociale al gioco e reso zero il concetto di lavoro in cambio di soldi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...